top of page

ARGOMENTI

COSA SONO E COME FUNZIONANO LE DOJI CANDLE?


Le Doji candle, o candele giapponesi, sono le più utilizzate e comuni nei grafici di analisi tecnica della prize action.

Richiedono, però, molta analisi perché a volte possono dare falsi segnali di breakout.

“Doji” è una parola giapponese che sta ad indicare una “svista” qualcosa di “goffo”, ed è per questo che va ad associarsi ad un momento di indecisione del mercato.

Vediamo un esempio:














Da questo esempio possiamo notare che il corpo di una doji candlestick è schiacciato, compresso al punto tale che prezzo di apertura e chiusura si trovano quasi a combaciare.

La parte sottile superiore ed inferiore alla candela è chiamata “shadow”, questa sta a rappresentare l’oscillazione di prezzo che abbiamo avuto dal momento dell’apertura al momento della chiusura della candela.


C’è stata quindi una forte oscillazione dei prezzi, questo accade solitamente quando nell’order book c’è equilibrio e quindi le posizioni di chi compra e chi vende si equivalgono.

Nei brevi periodi, infatti, i volumi di investimento giocano un ruolo importantissimo nel determinare il trend momentaneo di un asset.

Il mercato è volatile ma nessuno è intervenuto in maniera significativa.

In certi casi diventa essenziale monitoare i volumi di investimento.

Ci sono servizi appositi, man mano che andremo avanti con le nostre lezioni andremo a sviscerare ogni argomento più in profondità.


Le doji candlestick possono presentarsi in diverse occasioni e assumere diverse forme. Imparare a riconoscerle significa distinguere quelle utili da quelle che si accompagnano a falsi segnali.


Andiamo a vedere le tipologie di Doji che possiamo trovare ed a caratterizzarle a livello di pattern:

DOJI STAR

Le doji star sono tra le più diffuse e si contraddistinguono in quanto:

§ Prezzo di apertura e chiusura coincidono (o quasi);

§ Le ombre (upper e lower shade) hanno la stessa lunghezza;

La sua forma ricorda quella di una croce.




Questo indica una forte indecisione di mercato e in base alla posizione possono accompagnare sia un breakout che una continuazione del trend.

In che modo?

Possono distinguersi 3 situazioni predominanti:


A) Si trova alla fine di un trend (rialzista o ribassista)? Potrebbe preannunciare una inversione di tendenza, ma è consigliato aspettare sempre una seconda candela di conferma.


B) Si individua durante un movimento correttivo? In questo caso si tratta di un segnale di continuazione. Affidati ai livelli di Supporto e Resistenza per valutare le tue mosse future.


C) Si posiziona durante una fase di contrazione dei prezzi (trend laterale)?

Bene: è un forte segnale per aspettarsi un breakout.


B) Long-legged doji

Detta anche doji dalle gambe lunghe, è caratterizzata da una forma simile alla doji star ma le ombre sono molto pronunciate.

La doji star solitamente presenta ombre a pari lunghezza. Per le long-legged doji, invece, questo è molto raro. Infatti la sproporzione tra la lunghezza delle ombre dipende non solo dalla posizione ma anche e soprattutto da quello che questa doji vuole comunicare.














Possiamo quindi individuare due tipologie di LONG LEGGED DOJI:



Long-legged doji a prevalenza ribasso, dove la lower shade è più pronunciata e di conseguenza la candela segnala o un esaurimento della spinta al ribasso (1) o un’istanza correttiva successiva





Long-legged doji a prevalenza rialzo, dove la upper shade è più pronunciata e di conseguenza la candela segnala o una predominanza della spinta rialzista (1) o una successiva istanza correttiva (2).




C) Dragonfly doji (o libellula)

La dragonfly doji

In questo caso manca completamente la upper shade. La sua forma ricorda appunto quella di una libellula, da qui gli è stato attribuito il suo nome.















Rispetto alle altre doji questa è particolare in quanto, mancando completamente l’ombra superiore, si ha un chiaro segnale di RIFIUTO DEI MINIMI.

Solitamente questa candela va ad indicare un’inversione rialzista di trend o una continuazione della fase bullish dominante.

Ricordiamoci che le candele doji non sono affidabili al 100% e devono essere sempre e comunque affiancate ad altri segnali e quindi un’attenta analisi tecnica.


D) Gravestone Doji

La gravestone doji è l’esatto opposto della dragonfly doji. Infatti ad essere assente è la lower shade mentre, invece, è particolarmente pronunciata la upper shade.














Immagini già cosa questo significhi?

Esatto: vi è il RIFIUTO DEI MASSIMI. Di conseguenza il segnale non sarà rialzista quanto, piuttosto, ribassista.

Ma… anche in questo caso devi stare molto attento. Non prendere mai per buona una gravestone doji senza prima aver analizzato attentamente il titolo in questione. Come per la dragonfly doji, anche in questo caso i falsi segnali non sono affatto rari.


Viste le principali tipologie di candela giapponese, possiamo concludere dicendo che possono rappresentare buoni strumneti di analisi ma che sono comunque rivolte a trader esperti o comunque di livello avanzato. Questo perché possono essere molto utili per operazioni di trading intra-day in cui si gioca su piccoli movimenti di mercato.

Spesso di pochissimi punti percentuale.

Ricordiamo sempre che Questo articolo non contiene consigli o raccomandazioni di investimento. Ogni mossa di investimento e trading comporta dei rischi e i lettori dovrebbero condurre le proprie ricerche prima di prendere una decisione.

Rivolgendoti al nostro team di Trading Analyst potrai avere gli strumenti ed i consigli necessari per essere maggiormente consapevole dei tuoi investimenti.

Comments


POST RECENTI

bottom of page