top of page

ARGOMENTI

GESTIONE DEL BANKROLL NELLE SCOMMESSE SPORTIVE


GESTIONE DEL BANKROLL NELLE SCOMMESSE SPORTIVE


Sebbene le scommesse sportive siano un hobby per la maggior parte, ci sono molte persone che vogliono prendere sul serio il betting realizzando buoni profitti.

Oggi parliamo della gestione del bankroll.

Un argomento di essenziale importanza per iniziare ad essere un better profittevole nel lungo periodo.


Prima di tutto definiamo il termine “bankroll” è il denaro che gli scommettitori sportivi mettono da parte per le proprie giocate.


Ogni buon investitore prima di gestire del capitale dovrebbe aver ben chiaro che si deve saper diversificare.


Quello che andremo noi ad investire sarà solo una parte del nostro capitale, possibilmente non più del 10%.

Questo significa che se avete un capitale totale di 10.000€, soltanto 1.000€ saranno destinati al mondo del betting.

A loro volta, il 10% investito andrebbe gestito diversificando ulteriormente su più tipologie di Betting strategies.


Una volta trovate le proprie strategie di betting favorevoli, si può eseguire un ribilanciamento del capitale in percentuale a quello che risulta più profittevole secondo le vostre caratteristiche di gioco. Spesso questo dipende da quanto tempo siete disposti a passare a davanti allo schermo o se vi affidate a degli sport trader professionisti.

La gestione del bankroll si concentra su due aspetti chiave:

lo stake e il rispetto delle regole della strategia.

Parliamo dello stake:

Lo stake è la quota “puntata” o “bancata” per ogni singola scommessa.

Di regola lo stake deve essere compreso fra l’1% ed il 2% del bankroll totale, vige comunque la regola di base:

Mai scommettere denaro che non puoi permetterti di perdere.

Così facendo vi ritroverete a giocare uno stake fisso evitando di cadere nella trappola della Martingala.





COSA È LA MARTINGALA?

Martingale è il sistema di scommesse più comune nella roulette. La popolarità di questo sistema è dovuta alla sua semplicità e disponibilità. Quando si gioca su Martingala, si crea l'impressione ingannevole di vittorie facili e veloci.

Nella martingala tradizionale, i giocatori raddoppiano le scommesse dopo ogni perdita nella speranza che un'eventuale vittoria copra le perdite precedenti.

Quindi se ho realizzato una perdita di 50€ la volta dopo andrò a giocarne 100€ a quota 2 o maggiore,

se perdo di nuovo, la volta successiva giocherò 150€ (50€ della prima giocata + 100€ della seconda) a quota 2 o superiore e così via all’infinito.

Purtroppo questo porta a bruciare l’intero capitale nel giro di pochissimo tempo.

Il motivo alla base del fatto che tutti i sistemi di scommesse di tipo martingala falliscono è che nessuna informazione collezionata sui risultati delle scommesse precedenti può essere utilizzata per prevedere i risultati delle scommesse future con una precisione migliore del caso.

Per essere dei professionisti non ci si può e non si deve assolutamente mettere in mano al caso la buona o la cattiva riuscita della nostra strategia di Betting.


Un consiglio utile è quello di ragionare utilizzando delle unità fittizie.

Questo per distaccarti mentalmente dal valore monetario del tuo capitale.

Lavorando ad unità o lotti potrai gestire con più freddezza le tue operazioni.

Esempio:

se ho 15.000€ di bankroll, suddividerò il mio capitale in 100 unità (150€ ad unità)

un altro punto chiave è quello di fare poche giocate ma ben studiate, entrando nei dettagli delle squadre che giocano, cercando di vedere lo storico e analizzando le quote nei vari bookmakers.


Nella seconda parte dell’articolo andremo a vedere alcune strategie di bankroll ed i loro pro e contro.





Comments


POST RECENTI

bottom of page