top of page

ARGOMENTI

SUREBET, LEGGENDA O REALTA?


Negli ultimi anni, nel panorama del betting sportivo e del trading sportivo, si è sentito spesso parlare di “sure bet”.

La cosiddetta sure bet è una combinazione matematico/statistica che si verifica solo in alcuni casi molto particolari.


La si nomina spesso quando si parla di Matched Betting, andiamo a vedere in maniera specifica di cosa si tratta, come funziona e se in Italia esiste il “miglior sito per le surebet”.


Ricordiamo che a differenza di quanto suggerisce il nome, di sicuro e certo nel mondo del betting non esiste niente, è tutto calcolato su una base statistica e matematica, sarete poi voi a decidere se e come operare su tali casistiche.


Noi di Star Consulting vogliamo informare e spiegare nel dettaglio di cosa si tratta quando sentiamo parlare di “sure bet”.


COSA È UNA SUREBET?

La sure bet è una scommessa sicura come appunto possiamo comprendere dal nome stesso, questo significa che il giocatore, in un’ipotetica scelta tra due o più eventi si trova nella condizione di essere vincente sempre e comunque indifferentemente da quale sarà l’evento pronosticato, bilanciando lo stake da puntare tra le varie casistiche.

Vi chiederete come questo sia possibile, dato che decreterebbe una sconfitta certa del “banco” o del bookmaker.

Infatti le sure bet non possono essere fatte in qualsiasi momento e non si trovano con facilità, soprattutto vedremo poi quale è il rischio che si corre.


Partiamo dalla base: prima di tutto dobbiamo essere iscritti a diversi bookmakers (siti di scommesse) regolamentati AAMS, questo per poter trovare diverse quote offerte da diversi bookmakers.


Nei siti internazionali si possono trovare quote molto interessanti e agevoli per creare una surebet ma va sottolineato che in Italia è consentito giocare solo su siti AAMS regolamentati. Giocare in un sito non regolamentato AAMS può essere fatto con determinati accorgimenti a vostro rischio e pericolo e non saremo noi a spiegarne le modalità.


Perché parliamo di creazione di una scommessa?

Proprio come anticipato negli articoli riguardanti il betting exchange e cosa fa lo sport trader, abbiamo detto che c’è la possibilità di programmare in maniera metodica le giocate, abbandonando l’approccio del giocatore amatoriale, e affrontando le giocate con un metodo statistico/matematico.

In tal senso, nel caso delle sure bet dovremo andare a ricercare in vari mercati (tra vari bookmakers) le quote più alte dello stesso evento, per poter trovare le condizioni necessarie che ci consentano di giocare una scommessa sicura.

Per fare questo dovremo servirci di un software o un sito che lavora con un software proprietario in grado di scansionare i mercati in tempo reale.

La tempistica nel betting è molto importante, con le sure bet è essenziale.

Nel giro di pochi minuti molti altri trader sportivi professionisti avranno trovato la sure bet, avranno individuato l’errore delle quote e avranno piazzato la loro giocata. Di conseguenza il bookmaker avrà notato il gap di differenza rispetto alle quote di mercato e si sarà allineato.


Ricordiamo che tutti i bookmakers sono muniti di software molto potenti in grado di scansionare i mercati in pochissimi minuti, ma questo accade nei campionati delle serie maggiori.

Per le serie minori mancano spesso informazioni determinanti che magari non arrivano subito all’orecchio di tutti i bookmakers. Sarà proprio lì che potremo trovare buone disparità di quote.

Avere un ottimo oddsmatcher che riesce a garantire un refresh veloce può garantirvi ottime opportunità di guadagno.


Come abbiamo detto, dovremo scommettere su ogni possibile esito, quindi nel caso di un “testa a testa” dovremo andare a puntare un certo stake sulla vittoria della squadra 1 ed un altro stake sulla vittoria della squadra 2. Pensiamo ad esempio al basket o al tennis o al famoso DNB del calcio (draw no bet).

Tra le molteplici modalità di fare sure betting andiamo a vedere il caso


Esistono diversi modi per creare una “sure bet”.


Prendiamo il caso più semplice e immediato:

Siamo nel mercato del basket, la vittoria della squadra A è data a 2,05 mentre la vittoria della squadra B è data, in un altro bookmaker, a 2,10.

Va di conseguenza che puntando uno stake ipotetico di 100€ sia sulla squadra A nel primo bookmaker, che 100€ sulla squadra B.

Avremo quindi:

un profitto di 205€ se vince la squadra a ed un profitto di 210€ se vince la squadra B.

Ovviamente dobbiamo ricordare di sottrarre il capitale giocato sia nel primo che nel secondo bookmaker.

Sottraendo quindi lo stake giocato avremo un utile di €5 nel caso della vittoria della squadra A e di €10 nel caso di vittoria della squadra B.

Per bilanciare al meglio la giocata, dovremmo spostare leggermente lo stake a favore della quota più bassa.

In tal caso secondo quanto ci indica il calcolatore di surebet:

Dovremmo puntare €50,60 sulla squadra A data a 2.05 e €49, 40 sulla squadra B data a 2.10.

Così da avere un profitto bilanciato a €3,73 in entrambi i casi. Anche questo dipenderà dal vostro metodo di gioco.


Facciamo un secondo esempio a tre chances in una partita di calcio in cui il match può finire con il segno “1”, “X”, “2”.

Per il segno 1 (la sfavorita a livello di quote), lo stake da giocare sarà 18,58€;

Per il pareggio, invece, sarà 26,20€;

Nel segno “2” dovremo invece puntare 55,23€.

La somma totale dei soldi puntati è di €100, ma a fronte di una delle tre possibili vincite è chiaro come l’importo vinto sarà sempre superiore alla quota totale scommessa.

In questo modo si ottiene sempre un guadagno, seppur non ingente con un profitto sicuro del 2,17%.


Come trovare sure bet gratis

Esistono siti gratuiti e siti a pagamento per andare a comparare le quote, questi vengono chiamati oddsmatcher.

Prima di pagare un oddsmatcher informatevi bene sulle funzionalità che offre e sul tempo di refresh delle quote.

Noi di Star Consulting abbiamo il nostro oddsmatcher che utilizziamo da molti anni e che ha dimostrato di avere ottimi riscontri sia per la ricerca delle surebet che per il betting professionistico in generale.


Quali rischi si corrono cercando di impostare una surebet?

Dove possiamo individuare le criticità di questa tecnica?

Apparentemente sembra tutto molto facile e sicuro.

Prima di tutto dobbiamo considerare che gli stessi bookmakers sono alla ricerca di surebet, arriveranno quindi sicuramente prima di noi a poterle giocare, di conseguenza sarà facile vedere un adeguamento delle quote molto in fretta.


Ricordiamo inoltre che se un bookmaker dovesse sospettare che un utente stesse cercando di effettuare questo tipo di operazioni, potrebbe optare per congelare il conto o bannarlo.

I margini di guadagno sono nell’ordine di pochi punti percentuali, va da sé che per ottenere buone vincite si dovrà giocare uno stake molto alto e non sempre i bookmaker accetteranno giocate di importi molto elevati, se non altro quelli che offrono nel momento stante le quote necessarie ad impostare la sure bet.


Non accadrà poi spesso che un bookmaker vi proponga quote sbagliate.

Come ultima considerazione, c’è da fare attenzione al fatto che spesso dovrete affidarvi a bookmakers non AAMS. Infatti, le quote nei bookmakers italiani sono più o meno allineate e poco vantaggiose per poter applicare questa tecnica.




Le surebet in live

Un secondo metodo di gioco, molto interessante potrebbe essere quello di giocare le sure bet in live.

Ipotizziamo di avere una squadra A data in fase di pre match a 1,85.

La squadra B in pre match a 2,05, il match si mostra apparentemente equilibrato, se avessimo studiato un modello adeguato di gestione del bankroll (con un entry point ed un exit point).

Potremmo ipotizzare di entrare a mercato durante la live nel caso in cui le quote si sovvertissero.


Da qui si introduce il concetto di copertura di una scommessa.

Argomento che andremo ad approfondire in un secondo momento.


Per avere informazioni riguardo ad un buon oddsmatcher e richiedere una consulenza vi invitiamo a compilare il form contatti nella sezione apposita del nostro sito.

Comments


POST RECENTI

bottom of page